Il Primo Contatto con ET è ufficiale. Wow! Non siamo soli nell’Universo. Ultimatum alla Terra

“Un comportamento intelligente può tradirsi in modi molto indiretti e sottili, anche quando il soggetto compie uno sforzo intenzionale per nascondere le proprie attività” (Paul Davies). Wow! Pensavamo che la Terra fosse sola e nostra, ci sbagliavamo. Il Primo Contatto con gli Extraterrestri è ufficiale. Non siamo soli nell’Universo. L’analisi della verità secondo il SETI […]

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

ET

“Un comportamento intelligente può tradirsi in modi molto indiretti e sottili, anche quando il soggetto compie uno sforzo intenzionale per nascondere le proprie attività” (Paul Davies). Wow! Pensavamo che la Terra fosse sola e nostra, ci sbagliavamo. Il Primo Contatto con gli Extraterrestri è ufficiale. Non siamo soli nell’Universo. L’analisi della verità secondo il SETI e le testimonianze dirette private, nel 60mo anniversario della fondazione del Cern, sono incontrovertibili perché, appena infranti il muro il gomma e la spessa cortina fumogena della mistificazione governativa, cadono i presupposti del Paradosso di Fermi. Il suono del silenzio però affascina ancora la Scienza accademica. Dove sono i nostri Fratelli Cosmici? Perché non visitano gli Scienziati, i Teologi, i Politici, gli Industriali della Terra? Perché preferiscono gli umili? Perché non si manifestano apertamente? Perché tutti non li possono vedere ed ascoltare? Perché vediamo ciò che vediamo? Perché la Scienza pubblica e quella privata ci dicono cose diverse? Gli Alieni ET (http://planetquest.jpl.nasa.gov/) dove vivono, dal momento che tutte le car
liena per eccellenza. Se gli ET esistono là fuori, significa che hanno già visitato la Terra e continuano a farlo con o senza il nostro consenso. Il terribile destino di Giordano Bruno, il cui nome un giorno solcherà gli infiniti oceani cosmici intitolando possenti astronavi interstellari, è stato abusato per attaccare il Cristianesimo e l’Europa cristiana dov’è nata la Scienza fondata dal cattolico Galileo Galilei. Il quale eppur credeva in Colui che ha fatto il Mondo. Oggi, con guerre sempre nuove, orribili e infinite, si cerca di fare altrettanto, destabilizzando popoli e nazioni per negare l’evidenza aliena e la probabile complicità di elementi ET guerrafondai con i Warlords terrestri. Chiaramente sempre per ipotesi. Il pensiero cattolico occidentale, però, è la matrice di ogni scienza e tecnologia che altrimenti non sarebbe mai venuta all’esistenza nell’Europa oggi decadente. Nei regni islamici l’instabilità politica, peraltro oggi verificabile in larga misura anche nell’ateo Occidente, favorì la dispersione dei cervelli. Il lavoro scientifico personale e di squadra, richiede la pace. E l’Islam, come del resto l’Impero Romano, con alcune lodevoli eccezioni, non seppe alimentare la fiaccola della ricerca sperimentale. Senza la pace non vi può essere scienza né tecnologia. Le armi, l’aviazione e la missilistica del XX Secolo per scopi bellici hanno dimostrato forse il contrario? Senza la Guerra Fredda saremmo mai scesi sulla Luna? La verità sugli ET farà il suo corso storico come si conviene, cercando di rispondere a queste interessanti domande che sembrano registrare una strana aberrazione nella storia del pensiero scientifico moderno. La guerra ha alimentato la ricerca bellica e civile, nonché la cura di molte malattie. Ma a quali indicibili costi! Nessuno un giorno potrà negare l’evidenza degli Alieni sulla Terra e il loro ruolo nello sviluppo della nostra civiltà. Nel bene e nel male. Acquisita la verità, nessuno potrà togliercela. Senza confondere la Religione e la Fede in Dio con le Esoscienze e gli Extraterrestri. Il concetto di vita, di spazio e dei suoi abitanti, si è evoluto nel corso dei secoli. La nozione moderna di “Alieni” non è mai stata made in Usa. Essa risale a scrittori rinascimentali europei come il Cardinale cattolico romano Niccolò Cusano (1401-1464) che considerò lo status dell’Uomo nell’Universo in relazione con Esseri celesti “come gli angeli”. Un rapporto naturale considerato normale e costante la bellezza di 600 anni prima di Star Trek ed oggi negata apertamente dagli accademici. È il dato più inquietante. Intelligenze, simili agli umani, che vengono dalle altre stelle, cioè da altri sistemi solari più o meno simili al nostro, in grado di manifestarsi fisicamente in carne e ossa sulla Terra e non nel regno dei sogni o in qualche mente malata. Il cattolicesimo, dunque, anima l’impresa scientifica, inaugura le Esoscienze, parla tranquillamente di Alieni e raccoglie testimonianze da secoli sugli ET. I massoni e i protestanti che fanno? Copiano la lezione esoscientifica in funzione anticattolica e anticristiana per rielaborare una versione atea dell’Extraterrestre fatta su misura per i nemici della Chiesa e del Papa. Le speculazioni e le evidenze su ET passano così dai teologi agli scrittori di fantascienza, quindi ai registi di Hollywood. Le nuove iconiche immagini di Star Trek (Gene Roddenberry), Star Wars (George Lucas), 2001: Odissea nello spazio (S. Kubrik), Incontri ravvicinati del terzo tipo / Taken / La guerra dei mondi (S. Spielberg) rielaborano la lezione cattolica sugli Extraterrestri, allontanandosi dalla verità per far suonare altre campane! Film spettacolari con i loro effetti speciali che risuonano, spaventano, preoccupano, traumatizzano la psiche umana già ferita dalle fobie di una cultura guerrafondaia votata alla morte somministrata fin da piccoli anche nella pubblicità e nei videogiochi prodromici all’arruolamento. Terrore, paura, orrore, sangue, minano alle fondamenta la tranquilla e beata visione cattolica dell’Extraterrestre buono che aiuta l’Uomo a non autodistruggersi. È la distorta visione antropocentrica disumanizzata proiettando colpe e peccati terrestri fin lassù nel Cosmo. L’Alieno, in quanto tale, diventa più cattivo dell’Uomo per farlo apparire più buono di quel che sembra. Le pecore nere vivono in ogni ovile. Ma l’esistenza degli Extraterrestri oggi data per certa da alcuni scienziati evidentemente sopraffatti dall’imbarazzante evidenza dei fatti testimoniali diretti, più che dalla mera statistica o dallo strano silenzio cosmico, ufficialmente però solo sui mondi più lontani dalla Terra e dal Sistema Solare, qui ora oggi e domani è molto più di un’ipotesi da mettere alla prova. I nostri telescopi spaziali faticano non poco a studiare gli esomondi più vicini analizzati a varie lunghezze d’onda. Non disponiamo ancora dello strumento definitivo di grande apertura in grado di raccogliere tutte le radiazioni elettromagnetiche focalizzandole per integrare e interpretare subito i dati. Dobbiamo prima utilizzare diversi telescopi specializzati su particolari lunghezze d’onda, perdendo tempo prezioso. È il vero problema da risolvere, oltre alla barriera del tempo. Scoprire nello spazio ricchezze illimitate è la chiave di volta per mettere a tacere i Warlords e la pericolosa concezione ottocentesca della guerra ancora oggi in voga in paesi nazionalisti come la Polonia e l’Ucraina. Scoprire una saggezza celeste diffusa in miriadi di civiltà aliene può infatti far cessare tutte le ostilità sulla Terra, imponendo altre priorità più pacifiche. Come la corsa alla prosperità diffusa. Non serve altro che l’ufficializzazione di un Segnale ET, decifrabile o meno, di chiara matrice extraterrestre. Lo strano silenzio là fuori, almeno dal punto di vista accademico, è naturalmente impossibile. Degno della famosa saga Ai Confini della realtà. Trovare ET significa ammettere che non esistono solo i nostri inalienabili diritti umani ma anche altri sistemi giuridici decisamente più evoluti. Quali possono essere le implicazioni teologiche e filosofiche del post rilevamento? L’evidenza scientifica pubblica di non essere più soli nel Sistema Solare, nella Galassia e nell’Universo, è altamente probabile che produca uno scossone ai baroni della “scienza professorale” e ai sostenitori dell’infinita tracotante superbia umana di affaristi, massoni e politicanti sull’orlo di una crisi di nervi. Costoro, non il popolo né la Religione Cattolica, cominceranno a capire di non contare più nulla sulla Terra. Immortaleranno l’Evento, magari a bocca aperta, in un selfie degno dell’espressione scientifica più popolare di sempre già vista nel film Man of Steel. Il Papa e il cattolicesimo non hanno nulla da temere nell’Universo. Altro che semplice cambiamento di paradigma! Tutta la Cosmologia umana oggi è organizzata attorno ai due principi fondamentali della visione copernicana e della seconda legge della Termodinamica. L’Economia della Terra, comprese le politiche dei Signori della guerra, si basa su questi principi esaltati nella Teoria dei giochi a fondamento della speculazione finanziaria. Cioè del “valore” che si attribuisce a beni, persone e servizi in tempo reale. La scoperta di ET farà piazza pulita degli schemi di pensiero obsoleti. Forse paralizzando il mondo in un Undici Settembre elevato all’ennesima potenza! Non tutte le fedi religiose, protestanti e filosofiche, potranno sopravvivere. Neppure nelle comode, oscure e lussuose logge massoniche americane, tanto care al famoso giornalista scientifico Roberto Giacobbo, dove viene deciso il futuro di oltre sette miliardi di persone. Tutte le attuali potenze economiche e politiche sulla Terra, all’arrivo di ET, crolleranno. Rinunziate pure al condizionale. È inevitabile. Gli scienziati dell’inarrestabile caos e dell’aumento di Entropia in tutti i sistemi fisici votati alla morte termica dell’Universo, torneranno a scuola per aggiornarsi. Gli Alieni saranno la loro più felice e desolante consolazione. In buona compagnia di quanti in Italia si vantano di fare a pezzi la Costituzione della Repubblica, abolendo il Senato elettivo (visto che le decisioni politiche autentiche vengono prese a New York e Washington), vantando l’aumento dei disoccupati in un milione di unità nei prossimi mille giorni e magari sperando nella piena occupazione da Terza Guerra Mondiale scatenata dai Warlords contro la Russia. Il cosmologo di mente aperta accetterà ET sulla base del fatto che la Storia dell’Universo, la Vita, procede nel continuo arricchimento dei suoi elementi fisico-chimici cucinati nelle Supernovae. Anziché nella degenerazione e del decadimento caotici. È questo il cambiamento termo-cosmologico auto-organizzato perfettamente consistente perché ogni processo fisico e ogni nuova specie di vita (Prometheus) sempre più complessa e autocosciente, può trarre un potenziale immenso vantaggio dalla crescita dell’Entropia, non necessariamente subendo la morte termica del Cosmo. L’arricchimento complessivo dell’Universo, quindi, prevede la nostra stessa esistenza sulla Terra che non può essere selvaggiamente definita una “anomalia”. Se ciò è quello che pensa anche ET, allora i “giochi” prevedono la naturale reciproca conoscenza. La natura umana degli Extraterrestri avrebbe dunque senso nell’attuale stadio di sviluppo dell’Universo. E gli omini verdi e gridi che si osservano, chi sono? Forse bio-droni altamente perfezionati. Ma non sono da escludere molte altre specie aliene, più simili ai rettili, che pare visitino la Terra razziando o studiando. Oggi alcune menti illuminate, non necessariamente credenti in Dio e massoni, sono convinte che sia al lavoro un qualche tipo di “principio sovrastante” di complessità e organizzazione crescenti che si applica sulla Terra e nel Cosmo, dalla formazione di stelle, galassie e pianeti all’evoluzione della vita multicellulare. Cervelli sempre più complessi, cognizione, intelligenza, autocoscienza e società tecnologica, quindi, fanno parte della grande ricetta della vita. Pensare di essere speciali e unici come umani, benché anomali, strafottenti e potenti, è pura follia. Se la complessità progredisce, alimenta il Cosmo di nuove Informazioni, facilita l’emergere della vita, dell’intelligenza e della tecnologia ovunque si presentino le condizioni minime favorevoli per fiorire e sopravvivere, allora l’esistenza e la presenza di ET sulla Terra non dovrebbe più essere un problema. Sempre che sia Scienza. Non religione. Non filosofia. Non letteratura. Certamente i “debunkers” invocano la “fede” in ET, fantasticando nuove fusioni interreligiose cosmiche tanto care agli Anglicani. Ma ciò allontana dalla sostanziale verità del fenomeno fisico alieno. L’Esobiologia dovrà superare il dominante strano paradigma darwiniano che ancora oggi rifiuta ogni ipotesi sul fatto che la Natura possa sempre sorprendere nel progredire e legiferare (modificando quanticamente i propri piani!) una direzione complessiva e sistematica nell’evoluzione sui vari mondi alieni totalmente diversi dal nostro “levogiro”. Finora la Fisica e la Chimica dei sistemi complessi hanno miseramente fallito nello scoprire la Legge Suprema del progresso naturale, trovando soltanto vaghe fluttuazioni specifiche in circostanze particolari. ET chiuderà l’interessante “partita del cuore” all’istante, dimostrando come la Teologia Cattolica abbia sempre avuto le sue sante ragioni (cf. San Tommaso d’Aquino, il Dottore Angelico) contrariamente al pensiero scientifico ateo prevalente, a sostenere che l’Universo è la Creazione di Dio soggetta a un Principio cosmico di avanzamento della complessità organizzata. Che possiamo sperimentare tutti ogni giorno osservando direttamente, tra le pareti domestiche della propria famiglia naturale, l’aumento dell’intelligenza genetica nei piccoli, di generazione in generazione. La scoperta di ET farà strage delle filosofie nichiliste, mettendo a tacere la stoica visione di un universo inutile e senza scopo che dovrà subire una lenta agonia. La “inflessibile disperazione” di Bertrand Russell s’infrangerà nel classico cestino elettronico dei nostri “device”, esalando l’ultimo respiro. Se sarà la fine di ogni crisi economica scientificamente programmata e indotta, dipende da ciascuno di noi. Senza una visione del futuro, si muore. È ciò che sta accadendo agli Italiani. Elementi e fattori giuridici e politici anticristiani hanno prodotto nel Belpaese il macello che si osserva quotidianamente, a cominciare dalla distruzione dell’autentica famiglia naturale e del nascituro (cinque milioni di aborti solo in Italia). Chi ha causato il danno non può essere la soluzione al problema. L’Universo carico di ricchezze infinite, di speranza e di potenziale incalcolabili, lancia l’invito alla Pace, alla Crescita, alla Conquista di nuove gloriose Realtà e Vette. Gli esomondi sono là fuori. Senza la Pace, è finita! La visione del pensiero conservatore-innovatore, ben diversa dall’illusoria sbornia burocratico-palaziale paralizzante delle nomine sui generis, richiedere di mettersi in movimento tutti insieme per trasformare l’Italia e il mondo intero in una Famiglia pacifica e solidale, in grado di rinunciare alla guerra per sempre. Il pregiudizio di alcuni scienziati legati alla politica, frena però i facili entusiasmi di quanti desiderano, ad esempio, un Primo Contatto pacifico e la liberalizzazione dell’industria spaziale privata anche in Italia. Piccole sacche di resistenza vengono organizzate dai Warlords in tutto il mondo. I privilegi sono duri a morire. Molti politici, dunque, faranno di tutto per negare l’evidenza extraterrestre nello spazio e sulla Terra., finché il popolo non farà sentire le proprie sante ragioni necessarie e urgenti per il cambiamento. Attendere stoicamente la fine programmata dai Signori della guerra, non è molto sensato. E su Internet i cittadini della Terra hanno parlato: “Vogliamo la verità su ET. Vogliamo la Pace. Stop alle guerre!”. Chi li rappresenta dovrà capire. Perché non si tratta di una semplice manovra governativa americana di “cover up” magari frutto di una piacevole divergenza di opinioni accademiche. L’Umanità è in pericolo da sempre ma oggi l’estinzione sarebbe più grave perché programmata da un Uomo malvagio, diverso, innaturale, che pensa di risolvere le 101 emergenze planetarie con lo sfoltimento della popolazione. Siamo oltre sette miliardi di persone. La negazione della verità su ET, se provata, potrebbe altresì compromettere il futuro già incerto. Perché i Warlords dominano i parlamenti e i governi eletti dal popolo, finanziando campagne elettorali apparentemente “democratiche”. I Politici realmente liberi sono pochissimi e del tutto ininfluenti sulle decisioni focali. Molti scienziati dubitano così che ci sia un futuro per l’Umanità, nonostante i fantastici progressi informatici degli ultimi anni. La Tecnologia non è la Scienza. Nel caos delle “news” belliche, oggi, l’Uomo dimostra tutta la sua inconsistente arrogante presunzione minacciando la vita sulla Terra. L’universo di Star Trek immaginato da Roddenberry senza più guerre, carestie e malattie dopo il Primo Contatto del 4 Aprile 2063 con i Vulcaniani, sembra ancora così lontano. L’Umanità incredula sulla soglia dell’autodistruzione, animata dalla politica dello struzzo, sembra volgere lo sguardo altrove. Il consumismo, nuovo materialismo etico, droga miliardi di persone facendo credere che sia tutto sia possibile acquistando beni di lusso sempre più perfezionati. Ma i nostri soldi sono serviti a preparare la Terza Guerra Mondiale dei Warlords, prevista da Roddenberry nel XXI Secolo, 30 anni prima dello sbarco degli Alieni nel Montana. Un fiume di denaro certamente non investito nella costruzione di una nave interstellare come la USS Enterprise, in mille giorni di lavoro. La prova dell’esistenza di ET risveglierà tutti dal sonno della ragione? Se gli Extraterrestri possono superare la loro fase critica tecnologica e magari anche le crisi economiche esoplanetarie, allora c’è speranza! Chi sopravvive all’estinzione, merita il futuro e la scoperta di altre Intelligenze cosmiche. L’Umanità finalmente unificata sotto la potente forza coesiva della Verità, grazie al Credito della Persona, potrà trarre tutti i vantaggi sperati dal Primo Contatto, come in Star Trek. La Terra non sarà più sola ma unita a una Famiglia Cosmica solidale e sempre più grande. In espansione. L’arrivo degli Alieni buoni sul nostro pianeta è molto più di una mera ipotesi accademica. Il Primo Contatto pacifico, altamente probabile, promette il superamento dell’attuale ingiusto sistema economico-finanziario del debito che ha causato la morte di centinaia di milioni di persone sulla Terra. Sicuramente tante vittime quante quelle provocate dal nazismo, dal fascismo e dal comunismo messi insieme. Ideologie di morte come l’economia del debito. ET dovrà far capire ciò che è giusto fare per porre un freno a questa barbarie legalizzata. L’effetto sarà immediato e galvanizzante, accelerando l’esplorazione del Cosmo grazie alla liberalizzazione della impresa spaziale privata che libererà immense risorse finora impiegate nel complesso militare industriale globale. Per la vera crescita del mondo nella Nuova Economia della Persona. Utopie? Molto più credibili della sceneggiata fantapolitica renzusconiana. Cattivi o buoni che siano, gli Extraterrestri rivoluzioneranno la civiltà umana. Parlare quindi di uno scossone al Cristianesimo nel mondo, è francamente fuorviante e illogico, come credere che la caduta dell’Impero Romano d’Occidente sia dovuta alla Chiesa di Roma! ET causa oggi più disagio e imbarazzo ai politicanti. Non al Santo Padre. Il pensiero cattolico, grazie al Domenicanesimo, è da sempre alla ricerca della Verità. Senza la Religione Cattolica della Chiesa Apostolica di Roma, senza il Papa vicario di Cristo in terra e senza l’Italia cristiana, Galilei non avrebbe mai potuto formulare il suo metodo scientifico universale. Per una questione di filosofia della scienza, lo “scontro” con Galilei non impedì alla Scienza di progredire perfezionandosi nell’Italia e nell’Europa cristiane. Oggi i Valori di Galilei e della Chiesa sono a disposizione di tutti. Credenti e non. Anche della Nasa e a quanti pensano sia possibile fare a meno della verità sugli Alieni presenti nel nostro pianeta, lasciando così a Madre Natura ogni iniziativa sul Primo Contatto. Pare quindi ragionevole supporre che siano proprio i burocrati politicanti, pedine dei Signori della guerra, a non fare alcuno sforzo serio di vivere e capire la Terra e l’Universo fisico in modo scientifico, condannando interi popoli all’ignoranza, alla carestia, alla disperazione e ai tragici effetti dei conflitti. Sempre per affari. Ma ET imporrà nolenti o volenti le sue nuove Regole di sviluppo sostenibile diffuso sulla Terra e nel Cosmo, magari condividendo le proprie tecnologie iperluminari gravitazionali non con gli Usa ma con l’Italia e la Russia, illuminando a giorno le immense vie di comunicazione “warp” che uniscono gli esomondi. La massoneria, demolita dalla verità, non potrà gestire più alcun occulto potere. Semplicemente perché non sarà più in grado di rappresentare alcuno nelle sue assemblee. A trionfare sarà il Vangelo di Gesù, il Cristianesimo universale applicato alla lettera, valorizzando la Persona in un contesto non più limitato alle risorse energetiche del nostro mondo. Come dichiarato esplicitamente da Papa Francesco, i Sacramenti cristiani non possono essere negati a chi li chiede. Neppure ai Visitatori alieni che ne facciano richiesta. Affermazioni forti, solenni e potenti, per ora in un contesto dottrinale non ufficiale come può essere una Lettera Enciclica e puramente ipotetico, in un semplice discorso papale, anche se profetico e perfettamente fedele alla Dottrina della Chiesa Cattolica. Senza confondere i santi con gli angeli e gli extraterrestri. Come sono soliti fare i debunkers magari attribuendo al Papa frasi mai espresse. L’esistenza di Esseri che semplicemente possono aver raggiunto il nostro attuale livello di sviluppo tecnologico migliaia o milioni di anni fa, infrangendo la barriera della luce e del tempo, può essere sconvolgente quanto vi pare. Ma non autorizza affatto a considerarli una divinità o persone in cerca di redenzione. La loro superiorità etica e spirituale è stata finanche suggerita dal grande santo cattolico francescano Padre Pio da Pietrelcina. Altro che “diplomazia segreta” all’opera per insabbiare l’abbattimento del volo civile Itavia nella strage sui cieli di Ustica 34 anni fa! Fatti processuali peraltro noti da tempo nei quali emerge, in tutta la sua gravità, la piena responsabilità dei Warlords al potere nell’aggressiva politica (ieri anti-sovietica, oggi sovietica!) attuata dalla Nato contro la sovranità della Russia lungo i suoi confini. Gli ET potrebbero distruggere il mondo con un attacco preventivo (Ultimatum alla Terra) perché stanchi di assistere alle guerre mondiali tra umani, magari un giorno trasferite e combattute nello spazio su altri sistemi solari? Chi può escluderlo? Gli Alieni potrebbero non aver affatto bisogno né di noi né di convertirsi al Cristianesimo o all’Ebraismo. Ma potrebbero egualmente, per attrazione, farne richiesta al Santo Padre o ai Rabbini, tra lo stupore della comunità scientifica internazionale. Questi Esseri intelligenti, simili ai nostri santi, potrebbero non aver mai commesso il peccato originale contro Dio e ogni altra violazione delle Sue leggi supreme oggi così spavaldamente stracciate nelle atee Europa e Usa. In altri termini, gli ET potrebbero aver conservato la loro purezza primordiale. Sarebbe la classica imbarazzante situazione critica sperimentata da un irriconoscibile Presidente Barack Hussein Obama alla vigilia del bombardamento della Siria e della Russia. Una vergognosa escalation che nessuno auspica ma che i pericolosi meccanismi del primo e secondo conflitto terrestre hanno dimostrato essere più che fondata in tutto il suo spietato, sconvolgente ed efficace automatismo. Solo che oggi viviamo nell’era termonucleare. E senza l’intervento diretto degli Alieni buoni, sarà la fine. Alcuni scienziati optano per un SOS interstellare. La Questione Extraterrestre, infatti, è parte integrante della storia umana e della presenza del Male ontologico sulla Terra. Un fatto mai del tutto ignorato dai teologi. Dimenticare le crociate spaziali è d’obbligo. Sempre ammesso che gli ET siano buoni. Perchè le leggi probabilistiche sono aperte a qualsiasi scenario. Forse non avremo neppure il tempo di reagire a un’invasione della Terra. Il sacerdote gesuita Josè Gabriel Funes dell’Osservatorio Astronomico Vaticano, consigliere scientifico di Papa Bergoglio e del papa emerito Benedetto XVI, è decisamente ottimista. Perché l’esistenza di Esseri intelligenti non terrestri, provenienti da altri mondi, magari altri umani più evoluti, sembra dipingere un quadro bucolico ancora più ricco e luminoso sulla Creazione cantata dal serafico San Francesco di Assisi. Allora, perché preoccuparsi? La Chiesa Cattolica accoglierà fraternamente gli Extraterrestri. Non c’è problema! A tremare saranno gli amici del Nemico, il Diavolo. Nell’Europa Cristiana è dai tempi di Niccolò Cusano che l’entusiasmo sul dibattito esoscientifico si è talmente espanso da condizionare la letteratura e poi, 600 anni dopo, il cinema. Alcuni hanno pagato con la vita e la carriera professionale lo studio della Questione Aliena sulla Terra. Il popolo cristiano per Fede, amante della Verità evangelica fondata sulla Carità di Cristo, non ha mai rifiutato (Speranza) il dibattito sulla vita nei secoli futuri (Credo) e negli altri mondi alieni abitati da Esseri intelligenti, certamente distinguendo la Questione Extraterrestre dalla fede in Dio e dalla indefettibile infallibilità del Papa, Vescovo di Roma e della Chiesa Universale. I dubbi alimentati da formali preoccupazioni, più di filosofia della scienza che di carattere teologico, nel pensiero protestante hanno travalicato il segno facendo credere che l’esistenza di ET sia in aperto conflitto con l’Incarnazione del Verbo di Dio. Tesi esaltata poi dalla favola di Superman, il fantastico alieno “Alter Christus” tanto amato dai bambini perché universalmente noto come il supereroe forte, puro e speciale, difensore dell’Umanità. In base al ragionamento teologico protestante, non esisterebbero Esseri ET che valga la pena conoscere e salvare dall’infinita stupidità umana. Dubbi legittimi ma che non investono le materie di fede né possono servire per avvalorare l’obiezione cattolica all’esistenza degli Alieni. La Chiesa e la Scienza sono alleate da sempre. Potrebbero esistere innumerevoli pianeti come la Terra abitati da Esseri “santificati” da Dio fin dal principio, ossia ET umani, semplici e puri come bambini ma molto più intelligenti e avanzati dei terrestri. Tuttavia non è assolutamente da escludere a priori l’esistenza di razze umanoidi decisamente diverse dalla nostra e sempre caratterizzate da uno spirito pacifico e puro. Persone, cioè, che non hanno bisogno delle nostre “attenzioni” perché già santificate e salvate da Dio. Come la mettiamo? Il pantano teologico protestante votato alla confusione totale, lascia il tempo che trova. La Chiesa di Roma è ferrata sulla materia extraterrestre. Molti sacerdoti e religiosi sono scienziati di assoluto prestigio. E poi non è affatto escluso che questi Esseri speciali vivano già fra noi da chissà quanto tempo, in apparenza del tutto simili agli umani terrestri. La fonte primigenia della saga di Star Trek è il libricino “Le terre nel cielo stellato” di Emanuel Swedenborg, Londra Anno Domini 1758. L’autore oltre a immaginare gli esopianeti che oggi scopriamo a decine ogni settimana sempre più strani e incredibili (finora oltre cinquemila) li descrive nei minimi particolari che includono l’aspetto degli Extraterrestri, i vestiti, la struttura sociale, politica, economica e religiosa, le case e la vita in generale. Alcune società aliene, secondo Emanuel Swedenborg, pare siano del tutto idilliache. Paradisi e non inferni. Descrive i Marziani, le loro abitudini nel fare subito amicizia, le società piacevoli, il loro sistema giuridico preventivo. Utopie che però Swedenborg distingue dalla vita sulla Terra ritenuta l’unico pianeta (pecorella smarrita) bisognoso di Redenzione e, quindi, di Incarnazione. Nel motivare la scelta dell’Onnipotente sul perché abbia optato proprio per la Terra e nessun’altra, per fare ciò che Egli ha fatto, Swedenborg ammette che siamo di fronte a una Verità divina da comunicare agli altri mondi in modalità sempre nuove. “Ci sono terre in numeri immensi – scrive Emanuel Swedenborg – abitate da esseri umani, non soltanto in questo sistema solare ma nel cielo stellato al di là di esso”. Gli ET sarebbero quindi altri umani dello spaziotempo. Anche se Marte ci appare gelido, disabitato, desertico e sterile. Papa Francesco, durante una semplice predica che non ha il carattere dell’intervento dogmatico teologico ufficiale della Chiesa, nell’Anno Domini 2014 ha dichiarato che tutti hanno il diritto alla Salvezza offerta da Gesù Cristo. Tutti coloro che la richiedono, anche se appartenenti agli altri mondi. Non continenti, popoli e culture della Terra. Altri mondi lassù nel cielo. Parole profetiche le sue, pronunciate da Papa Bergoglio sempre in lingua italiana come in Corea, come fossero già pronte per essere ascoltate da Esseri non terrestri evidentemente in mezzo a noi. Tutto è possibile viste le nostre difficoltà nelle comunicazioni interstellari a un secolo dalla Relatività di Einstein! E tutti possono salvarsi, anche gli Alieni. I doni di Dio, i Sacramenti, possono essere elargiti gratuitamente, senza alcuna imposizione, anche ad Esseri intelligenti non appartenenti al nostro mondo. Nessun leader politico e religioso mondiale, nessun capo di Stato, finora, si era mai espresso con parole così determinate nei confronti degli Extraterrestri. È la grandezza di Papa Francesco che evidentemente “intuisce” l’approssimarsi del Grande Giorno, l’Evento pubblico atteso dagli scienziati del Seti, lo sbarco di ET sulla Terra, magari in Vaticano. Come sembra suggerire una puntata della nuova serie televisiva Abc dei Visitors. L’Archivio Segreto Vaticano è a disposizione di tutti. Purtroppo molti confondono le materie di fede e di scienza, ignorando la vera Questione Aliena che è intimamente connessa alla vita umana dei secoli sulla Terra e altrove. Come si canta nel Credo Apostolico, tutto l’Universo è in attesa. Cioè, è popolato. Altro che pasticcio ufologico e teologico protestante! Il vaso di Pandora è stato effettivamente già scoperchiato dalle testimonianze giurate private che continuano ad essere raccolte in tutto il mondo. E la Chiesa Cattolica, a prescindere dalle blande rassicurazioni fornite dai governi e dai leader politici più potenti, in tremila anni di biblica Storia della Salvezza, grazie agli Ebrei e ai Cristiani, ha collezionato una mole impressionante di informazioni, dati, documenti, confessioni e studi che attendono di essere divulgati. Le sorprese non mancheranno di sconvolgere tutti, compresi gli scienziati increduli. La conferma ufficiale degli ET infliggerà un duro colpo ai guerrafondai e ai loro servi. Non alla Chiesa. Non ai Cristiani da sempre perseguitati a causa del Vangelo. Non alla fede in Dio dei nostri “fratelli maggiori”, gli Ebrei, che capiranno molte cose. Non alla dimensione spirituale della vita umana. Ma all’ateismo, al consumismo, al materialismo storico e privato, a tutti coloro che negano la verità ingannando e uccidendo i propri concittadini, distraendoli con la mistificazione, la disinformazione, lo sfruttamento, gli orrori in diretta Tv e le guerre infinite senza soluzione di continuità. Gli Alieni porranno fine ai loro turpi affari di morte. Trafficanti di carne umana e Warlords saranno trasferiti su una colonia penale speciale extraterrestre. L’arrivo di ET sarà la loro definitiva eclisse. La Terra cambierà per sempre totalmente e le antiche strutture di peccato saranno annientate. La consapevolezza dell’esistenza della Vita intelligente oltre la Terra e nel mondo, cambierà anche le nostre abitudini quotidiane. Per le filosofie economiche che insistono sullo sfruttamento indiscriminato delle risorse naturali e della vita di miliardi di persone, sarà la catastrofe. Sconvolgimenti politici, sociali, economici e culturali, non sono molto difficili da prevedere, quindi occorre prepararsi al Primo Contatto con intelligenza e saggezza, calcolando ogni evenienza, per assicurare grazie alla collaborazione familiare e sociale, la decisiva cooperazione di tutti per tutti. Infatti non sempre le istituzioni reggono ad eventi così importanti. Occorre quindi ragionare e comportarsi bene, senza degenerare, garantendo la sopravvivenza per sé e i propri vicini, assicurando una fascia di sicurezza fisica reciproca. Norme semplici di autodisciplina sempre utili nelle emergenze naturali. Il cattolicesimo, a differenza delle altre fedi e filosofie, ha riconosciuto la verità della cosmologia galileiana copernicana, dell’evoluzione naturale, del sequenziamento del genoma, della fisica quantistica. Ai “potenti” della Terra, incapaci di assicurare la Pace e la Giustizia tra i popoli, sarà difficile digerire la minaccia al proprio status unico di Homo Sapiens Sapiens. Il loro consenso politico evaporerà. Ogni 18 minuti scompare una specie sul nostro mondo che vedrà comunque aumentare la temperatura media di tre gradi Celsius entro la fine del XXI Secolo, indipendentemente dalle contromisure adottate o in programma. Le barriere coralline saranno spazzate via dagli oceani. La vita sulla Terra sarà minacciata direttamente dall’Uomo perché le risorse disponibili immagazzinate si esauriranno e per nutrirsi gli umani potrebbero sperimentare l’orrore dell’antropofagia e delle politiche di sfoltimento della popolazione con aborti e decimazioni controllate di milioni di persone. Cui bono. La manifestazione pubblica degli Extraterrestri progrediti, se rappresenta una minaccia agli affari di coloro che stanno programmando questi scenari su scala planetaria, potrà anche invertire la sequenza dissolutiva in atto, salvando la Terra dalla fine certa per miliardi di persone. Rispettare il Creato è il comandamento divino. La “minaccia” aliena esplicita, reale e diretta, per alcuni difficile da accettare, al potere di quanti stanno distruggendo l’ambiente sul nostro pianeta, deve essere resa pubblica. Le testimonianze giurate documentate, negate dalla Scienza ufficiale, cercano di rivelarle. I poteri degli ET non sono in vendita. La corruzione umana non può vincere questa sfida. Le implicazioni sono notevoli. I cieli sono popolati di Esseri superiori che visitano la Terra per studiarla, difenderla e controllarla. Non è materia di fede ma di Scienza. La vita nell’Universo è un’evidenza del tutto normale. Non una credenza religiosa. La verità rivoluzionaria è assicurata I primi batteri, secondo studi recenti, sarebbero attecchiti già 15 milioni di anni dopo il Big Bang. Dunque la vita nell’Universo è molto antica. Chi parlerà in nome dell’Umanità? “Prima, però, fermiamo i Warlords, i Signori della Terza Guerra Mondiale, fermiamoli prima che sia troppo tardi. Difendiamo la Costituzione della Repubblica Italiana. Difendiamo la Santa Russia dalla folle aggressione in atto da parte della nuova Urss, la “troika” UE-Nato-Usa. Quali sarebbero i valori antifascisti? Quelli della UE, degli Usa, della Nato e dell’Ucraina, probabili responsabili della Terza Guerra Mondiale al pari di Hitler, Tojo e Mussolini per la Seconda? Vladimir Putin è un grande Presidente della Russia che avrebbe ridotto al silenzio tutti i tagliagola occidentali anticristiani. Putin è il vero autentico antifascista che si difende! I dati scientifici lo provano. La Russia si difende. Non invade. E le guerre di difesa le ha sempre vinte. I Warlords e le massonerie oscure, sono il nostro più grande problema. Rischiamo l’estinzione della razza umana a causa delle politiche di sfoltimento planetario della popolazione mondiale. In Polonia e in Ucraina, ma non solo, divampano concetti di guerra ancora ottocenteschi! Nell’era termonucleare è fatale. Renzusconi che intenzioni ha per la piena occupazione italiana in mille giorni? Scatenare la guerra contro la Russia cristiana?”. È l’Ultimatum alla Terra.

© Nicola Facciolini